SPECIALE

Tocco di Dama. Omaggio alla vita di corte tra Torino e Parigi.

 

Visita alla Mostra con momento performativo di canto, musica e danza

 

Venerdì 8 febbraio ore 16.00 | Sabato 30 marzo ore 10.00

 

Feste, balli e momenti celebrativi al tempo di Cristina di Borbone Francia e Maria Giovanna Battista Savoia Nemours sono il filo conduttore che guiderà i visitatori in un percorso emozionale.

Un’occasione per spiare, attraverso la serratura della storia, la vita di due donne, fautrici di un rinnovamento che, con il loro tocco femminile, hanno contribuito in modo fondamentale allo sviluppo politico e artistico dello stato sabaudo.

La prima rivoluzionò, dopo la morte del marito, la corte torinese, sobria e poco incline ai divertimenti, inaugurando a Torino la stagione dei balletti su esempio di Parigi. Autore di molti testi e coreografie il consigliere - amante Filippo San Martino di Agliè, di cui in mostra vedremo diverse testimonianze tra le quali un ritratto inedito.

La seconda austera, colta e raffinata animatrice di dotti cenacoli, mirò a lasciare un segno dei suoi interventi a patrocinio delle arti e delle lettere, facendo recuperare a Torino un ritardo di immagine rispetto ad altri Stati italiani e alle maggiori corti europee.

Attingendo da spartiti e testi del Sei e Settecento musica, canto e la danza prenderanno il sopravvento sulla visita guidata attraverso alcuni momenti performativi, a cura del controtenore Danilo Pastore, degli strumenti antichi di Juan José Francione e dei passi di danza a cura della ballerina Elena Ajani, per scoprire le caratteristiche delle melodie e dei balletti più in voga in epoca barocca e conoscere gli autori impiegati presso la corte delle due Dame.

 

Costo: 18.00€ a partecipante

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso alla mostra; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

 

L'arte dei pittori Macchiaioli

 

Visite guidate il sabato alle ore 16.00 e la domenica alle ore 11.30 e alle ore 16.00

(prenotazioni al numero TicketOne 011.0881178 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00)

SPECIALE 23 e 24 MARZO visite guidate alle ore 18.00 e 19.30

 

Visite guidate riservate ai possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

(prenotazioni al numero verde 800329329) 

Venerdì 9 novembre | Venerdì 23 novembre | Giovedì 13 dicembre | Martedì 18 dicembre ore 16.30

Venerdì 28 dicembre | Sabato 5 gennaio ore 15.30

 

L’itinerario guidato alla mostra permette di illustrare la pittura macchiaiola, dalla sua stagione iniziale ai grandi capolavori degli anni Sessanta dell’Ottocento, attraverso numerose opere provenienti dai più importanti musei italiani, enti e collezioni private. Il racconto prende avvio dalla formazione accademica dei protagonisti, attraverso le opere romantiche e puriste di Giuseppe Bezzuoli e Luigi Mussini, ma anche dei giovani e futuri macchiaioli quali Silvestro Lega, Giovanni Fattori, Cristiano Banti e Odoardo Borrani. L’interesse al rinnovamento dei linguaggi figurativi, che trovò uno dei suoi focolari presso i frequentatori del Caffè Michelangiolo nella Firenze nella metà Ottocento e l’affermazione della “macchia”, presso l’esposizione di Torino alla Promotrice di Belle Arti prima e all’Esposizione nazionale di Firenze del 1861 dopo, permettono di soffermarsi sulla sperimentazione del colore e della luce condotte en plein air da questi artisti, applicata ai soggetti storici e di paesaggio. A far rivivere il clima dell’epoca la descrizione degli ambienti in cui amavano realizzare le loro opere: dalle movimentate estati a Castiglioncello, presso la tenuta Martelli, ai pomeriggi autunnali di Piagentina periferia al riparo dalle trasformazioni della Firenze moderna.

 

Costo: 6€ a persona comprensivo di radioguida

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

 

Visite guidate per gruppi e scuole alle pagine dedicate.

Palazzo Madama - ore 16.30

 

UN DUCATO TUTTO AL FEMMINILE

Visita guidata alla mostra Madame Reali: cultura e potere da Torino a Parigi.

 

Tra Sei e Settecento, due donne reggono le sorti del ducato di Savoia durante la minore età dei propri figli: la prima Cristina di Francia, figlia di Enrico IV e Maria de’ Medici, la seconda Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours, nipote di Enrico IV e dama di corte della regina di Francia. Nella giornata dedicate alle donne il percorso in mostra illustrerà le figure delle due dame e si soffermerà sul contesto pubblico evidenziandone le scelte politiche, il gusto artistico attraverso le commissioni ad architetti e pittori di chiara fama e infine rivelerà gli aspetti più privati descrivendo il rapporto con le figure maschili della loro vita: mariti, consiglieri, amanti e figli.

 

Costo: 5€ a persona

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso  secondo tariffa ordinaria in museo, gratuito per le donne e Abbonamento Musei Torino Piemonte.

 

 

 MAO - ore 16.30

 

IL FEMMINILE TRA SACRO E PROFANO. La donna nelle collezioni del MAO

Visita guidata a tema nelle collezioni permanenti

 

In occasione della festa della donna il MAO propone un itinerario volto ad illustrare alcuni significati del Femminile nella produzione artistica delle culture orientali rappresentate dalle opere della collezione permanente del museo. Attraverso una selezione di opere, l’itinerario spazia dalla religione induista e dal Buddhismo tibetano alla concezione della donna nelle dinastie cinesi Han e Tang, dalle stampe giapponesi note come ukiyo-e “immagini del mondo fluttuante” alla rappresentazione della figura femminile sulle ceramiche e piastrelle nella galleria dei Paesi Islamici dell’Asia.

 

Costo: 5€ a persona

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso  secondo tariffa ordinaria in museo, gratuito per le donne e Abbonamento Musei Torino Piemonte.

 

 

GAM  - ore 16.30

 

ARTE È DONNA, DONNA È ARTE

 Visita guidata a tema nelle nuove collezioni permanenti

 

La Galleria d'Arte Moderna di Torino omaggia tutte le donne: muse, artiste, amanti, conoscitrici, compagne, da sempre hanno influenzato l'arte con la loro bellezza e intelligenza. I grandi capolavori del museo letti in un'ottica tutta al femminile.

 

Costo: 5€ a persona

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso  secondo tariffa ordinaria in museo, gratuito per le donne e Abbonamento Musei Torino Piemonte

LA FONDAZIONE TORINO MUSEI festeggia SAN VALENTINO

Anche quest’anno la Fondazione Torino Musei festeggia San Valentino con l’arte.

 

Un biglietto per due per visitare mostre e collezioni permanenti alla GAM, a Palazzo Madama e al MAO

 

Nella giornata di giovedì 14 febbraio tutte le persone che si presenteranno in coppia (coniugi, fidanzati, amici o parenti) alla GAM, a Palazzo Madama e al MAO potranno entrare in museo pagando un solo biglietto anziché due.

 

L’offerta è valida per le collezioni permanenti e per tutte le mostre temporanee in corso.

 

Alle ore 16.30 tutti e tre i Musei propongono una visita guidata a tema.

 

L’INTERPRETAZIONE DELL’AMORE NELL’ARTE

 

MAO - Museo d’Arte Orientale

L’itinerario dedicato al tema Amore proposto presso il MAO si svolge nelle gallerie dedicate all’Asia Meridionale e alla Regione Himalayana. Da una selezione delle opere esposte emergeranno varie tematiche e significati della parola Amore, con un’apertura dello sguardo sulle diverse epoche storiche e i ricchi contesti culturali di provenienza.

 

GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea

 L’interpretazione dell’Amore è sempre stato un soggetto presente nell’arte attraverso i secoli e le diverse correnti artistiche. Nel giorno di San Valentino la GAM propone un itinerario che permetterà di illustrare alcune opere della collezione del Novecento, in cui il sentimento amoroso è presente attraverso l’interpretazione soggettiva dell’artista.

 

Palazzo Madama

Nel giorno di San Valentino la mostra dedicata a Cristina di Francia e Giovanna Battista di Savoia Nemours diventa l’occasione per proporre al pubblico una chiave di lettura speciale attraverso le opere esposte. Sarà possibile accostarsi al carattere più privato dei due personaggi e al loro rapporto con l’Amore sulla base di alcune testimonianze giunte fino a noi: la relazione con i rispettivi mariti e duchi di Casa Savoia, l’amore materno, l’amore verso gli amanti documentati e ancora l’amore verso il ducato e l’arte.

 

Costo visita guidata: 5.00€

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso promozione 2x1

MUSEI REALI TORINO - 31 marzo 2019

 

Ore 10.00

Spazio riservato presso la Caffetteria Regia per colazione composta a scelta da caffè, tè, cappuccino con brioche e succo di frutta.

 

Ore 10.30

La Cappella della Sindone: storia di un restauro

 

ll 4 maggio del 1990, giorno della celebrazione della Sindone, un blocco di marmo si schiantò a terra e la Cappella venne chiusa al pubblico.

Dopo la messa in sicurezza partì il cantiere di restauro; la data ultimazione lavori fu prevista per il 1997, anno del tragico incendio. La corsa contro il tempo da parte dei vigili del fuoco per spegnere le fiamme e per portare in salvo la reliquia è l’immagine che tutti noi ricordiamo in maniera indelebile di quella notte.

La visita guidata condotta da restauratrice permetterà, anche attraverso il supporto di immagini fotografiche su IPad, di ripercorrere i lavori di restauro della Cappella, dai primi momenti successivi all’incendio all’immediata messa in sicurezza della struttura a rischio crollo, fino alla restituzione al pubblico del 27 settembre 2018.

 

 

Costo: 15.00 € (comprensivo di colazione e visita guidata) - 8.00€ Per coloro che desiderano svolgere solo la visita guidata.

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso al Museo; gratuito per possessori di Abbonamento Musei torino Piemonte

Tutti gli “Ismi” di Armando Testa

 

Musei Reali di Torino  - Palazzo Chiablese

 

Domenica 25 novembre | Domenica 6 gennaio | Domenica 27 gennaio | Domenica 17 febbraio ore 15.30

 

La nuova mostra presso le sale di Palazzo Chiablese, curata da Emma De Angelis e Gianfranco Maraniello, Direttore del Museo di Arte Moderna Contemporanea di Trento e Rovereto, permette di ripercorrere la carriera del grande pubblicitario e artista torinese Armando Testa. Noto disegnatore, cartoonist, autore grafico e di testi nel settore della pubblicità è riuscito a creare una delle più note agenzie pubblicitarie ancora oggi operativa.

Il minimalismo del segno grafico e l’immediatezza della tag line diventano un segno distintivo e vincente della sua attività che non si arresta nel corso degli anni portandolo ad ottenere diversi riconoscimenti, tra cui nel 1968 da Giulio Carlo Argan la medaglia d’oro del Ministero della Pubblica Istruzione per il suo contributo alle arti visive. Attraverso oltre cento opere, manifesti, disegni, video, dipinti, sculture, fotografie e oggetti di design, prodotti dagli anni '40 agli anni '90 del secolo scorso si potrà ripercorrere la sua attività. Per ricordare solo alcune delle figure più famose da lui ideate: Caballero e Carmencita, l’ippopotamo azzurro Pippo e il Punt&Mes.

 

Durata: 90 minuti

Costo visita guidata: 5.00€

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra

Intorno a Apollinaire

 

Visite guidate

Domenica 11 novembre | Domenica 9 dicembre | Domenica 10 febbraio ore 15.30

 

Visite guidate riservate ai possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

(prenotazioni al numero verde 800329329)

Venerdì 30 novembre | Sabato 26 gennaio ore 15.30

 

L’itinerario accompagnerà i visitatori alla nuova mostra Apollinaire e l'invenzione "surréaliste" allestita presso spazio Wunderkammer della GAM che, in parallelo all’esposizione dedicata ai pittori dadaisti e surrealisti organizzata dalla Fondazione Ferrero, si pone l’obbiettivo di illustrare attraverso una serie di documenti, disegni e litografie gli antefatti delle sperimentazioni dei pittori avanguardisti di inizio secolo, per i quali Apollineare fu fondamentale fonte di ispirazione.

Si parte dalle caricature del poeta André Salmon (1881-1969), legato da amicizia ad Apollinaire e come lui difensore dell’esperienza estetica cubista e di Picasso, per immergersi nel clima della prima rappresentazione de Les mamelles de Tirésias di Apollinaire (1917), un testo paradossalmente sospeso tra il registro tragico e quello comico o grottesco, per il quale l'autore coniò l'aggettivo “surréaliste”. Tra le testimonianze esposte alcuni disegni e bozzetti delle scene e dei costumi di Serge Férat, che collaborò nella realizzazione delle scenografia per la messa in scena dell’opera.

Infine ci soffermeremo sulla raccolta delle poesie visuali dei Calligrammes, pubblicati nel 1930, considerati il punto più originale e innovativo della produzione poetica di Apollinaire e che vedono l'omaggio di Giorgio de Chirico, nume tutelare dei surrealisti, nella realizzazione delle sessantotto litografie che corredano l’edizione Gallimard.

 

Costo: 5€

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

MAUTO - Museo dell’Automobile Torino - 27 gennaio 2019

 

Ore 10.00

Spazio riservato presso la caffetteria con colazione all’americana, composta da pancake con sciroppo d’acero, uova strapazzate e bacon, caffè e succo di frutta.

 

Ore 10.30

C’era una volta in America

 

L’itinerario permetterà di ricostruire l’evoluzione della produzione automobilistica americana dai primi prototipi costruiti artigianalmente alla produzione seriale della Ford Motor Company, di cui Henry Ford fu uno dei fondatori. Seguendo il filo cronologico ci sposteremo negli anni del proibizionismo ricostruito attraverso le testimonianze del Cinema hollywoodiano, con particolare attenzione ai gangster movie in cui, alla stregua di “primi attrici”, le automobili sono spesso protagoniste di inseguimenti avventurosi.

Infine chiuderemo con gli anni Sessanta rappresentati dalla Cadillac modello “62”, vettura che segnò un punto di arrivo di risonanza mondiale per la casa produttiva di Detroit e ancora il XX secolo con le sue complesse dinamiche di mercato e la sperimentazione di nuovi prototipi.

 

Costo: 15.00 € (comprensivo di colazione e visita guidata)

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso al Museo; gratuito per possessori di Abbonamento Musei torino Piemonte

Sfumature di terra. Ceramiche cinesi dal X al XV secolo

Visita guidata alla galleria dedicata alla Cina e alla mostra temporanea

 
Visite guidate
Domenica 18 novembre | Domenica 6 gennaio | Domenica 10 febbraio ore 15.30

 

Visite guidate riservate ai possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

(prenotazioni presso numero verde 800329329) 

Venerdì 9 novembre | Venerdì 14 dicembre ore 15.30

 

 

Le preziose ceramiche cinesi, oggi esposte nella mostra Sfumature di terra presso il MAO, diventano protagoniste di un nuovo itinerario tematico.

Partendo dalla galleria dedicata alla Cina, dove possiamo trovare i reperti che vanno dalle terrecotte neolitiche alle eleganti ceramiche di epoca Tang (618-907 d.C.), proseguiremo il percorso in mostra per illustrare i grès e le pregevoli porcellane, databili per lo più tra la dinastia Song (960-1279) e Yuan (1271-1368). Sarà così possibile affrontare alcuni aspetti legati al perfezionamento delle tecniche artigianali, al gusto estetico e alla diffusione di questi raffinati oggetti presso le classi agiate.

Tra le opere si segnala una ceramica restaurata attraverso la tecnica giapponese del kintsugi, nata nel XV sec., che permette di restaurare oggetti rotti saldandoli insieme attraverso metallo prezioso come l’oro. Da un oggetto rotto nasce così un vero e proprio gioiello, rafforzando l’idea che da una ferita possa prendere vita una forma ancora maggiore di perfezione estetica e interiore.

 

Costo: 5€

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso al museo; gratuito per possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

Sapori antichi: merenda sinoira al Borgo Medievale

 

Sabato 23 marzo ore 16.30

 

“San Giusep a porta la marenda ant el fassolet, San Michel a porta la marenda an ciel”

(San Giuseppe porta la merenda nel fazzoletto, San Michele porta la merenda in cielo)”.

 

Quale miglior spazio del Borgo Medievale per poter parlare degli alimenti che si trovavano sulle tavole dei poveri e dei ricchi? Oppure descrivere la vita nei campi che circondavano potenti feudi?

Assieme andremo in visita nella dispensa e nella cucina della Rocca, illustrando oggetti, cibi e ricette di un tempo, e nella lussuosa sala da pranzo, dove sulla lunga tavola trovano spazio oggetti curiosi.

In conclusione potremo ammirare il giardino, dove tra piante fiorite si sono anche specie alimentari e alcune coltivate nei campi in cui lavoravano i contadini.

Questi ultimi, con l’arrivo della bella stagione, portavano con sé del cibo per sfamarsi nelle dure giornate, da qui prende origine la tradizionale merenda sinoira che sostituiva o anticipava la cena.

Il racconto lascia lo spazio ad una tavola imbandita per permettere ai visitatori di poter gustare la tradizionale merenda, composta da cibi semplici quali salumi, formaggi accompagnati da una zuppa rustica di legumi e vino.

 

Costo: 20€ a partecipante; 15€ per possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

Il Giappone sulla pelle. Storia e iconografia del tatuaggio giapponese.

 

Visite guidate alla mostra e alla galleria Giappone con aperitivo-degustazione.

Sabato 26 gennaio | Sabato 23 febbraio | Venerdì 1 marzo ore 16.30

 

Visite guidate alla mostra e alla galleria Giappone con aperitivo - degustazione riservate ai possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

(prenotazioni presso numero verde 800329329) 

Venerdì 1 febbraio ore 16.30

 

 

Un itinerario dedicato al tema della pratica del tatuaggio in Giappone a partire dalla mostra temporanea TATTOO che presenta al pubblico i molti aspetti di questa suggestiva forma d’arte.

Spesso conosciuto unicamente come tratto distintivo degli affiliati alla Yakuza, la mafia giapponese, il tatuaggio in Giappone ha origini antiche e composizione e funzione sono mutate nel tempo.

In mostra se ne ammirerà l’espressione artistica grazie alle fotografie di Felice Beato, che contribuirono a svelare all’Occidente il Giappone della seconda metà del XIX secolo, e alle più recenti immagini dei lavori del celebre maestro tatuatore giapponese Horiyoshi III Sensei.

Si osserverà inoltre come le opere di alcuni grandi artisti dell'ukiyo-e quali i disegni di Hokusai, le illustrazioni di Kuniyoshi dei 108 eroi del Suikoden, i 47 Rōnin di Yoshitoshi, influirono significativamente sulla diffusione del tatuaggio in Giappone e sul repertorio iconografico utilizzato in questa arte.

La visita proseguirà nella galleria dedicata alla produzione artistica del Giappone dove, attraverso l’analisi delle opere della collezione permanente, sarà possibile approfondire e contestualizzare l’iconografia di alcuni dei motivi ricorrenti ritratti nei tatuaggi, generalmente appartenenti ad una gamma di immagini simboliche come animali mitici o figure del pantheon buddhista.

A seguire si proseguirà con un itinerario gastronomico presso il Kensho Restaurant, dove sarà servito un aperitivo – degustazione composto da un misto di roll, nigiri e gunkan accompagnato da sakè e una breve spiegazione delle ricette.

 

Costo: 25€ (comprensivo di visita guidata e aperitivo - degustazione)

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso cumulativo mostra e galleria; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

Il dono del re delle alpi

Castello di Rivoli e Palazzo Madama - Domenica 10 febbraio 2019

“La fuga del tempo un ballo sia…”

 

Il 10 febbraio 1645 la Corte e i Duchi di Savoia sono a Rivoli, le sale del castello affrescate dai pittori Francesco Mazzucchelli e Isidoro Bianchi si trasformano, grazie alla maestria del Conte Filippo d’Aglié, in magnifica quinta scenografica per una celebre cena e balletto dal titolo Il dono del Re delle Alpi, realizzati per festeggiare il Natale di Madama Reale Cristina di Francia.

Dopo 373 anni, in occasione della mostra Madame Reali: cultura e potere da Parigi a Torino presso Palazzo Madama, l’evento verrà ricordato unendo le due Residenze Sabaude nel segno della nobildonna.

Un inedito e suggestivo itinerario che ha inizio dal Castello di Rivoli, attraverso un’attenta visita guidata, in cui verranno evocati gli spazi, i personaggi, le atmosfere di quel giorno e che culminerà in un momento di musica e danza barocca, attraverso la voce del controtenore Danilo Pastore, gli strumenti antichi di Juan José Francione e i passi di danza della ballerina classica Elena Ajani. A seguire presso Palazzo Madama il percorso proseguirà illustrando la mostra e le opere esposte, con particolare attenzione alle descrizioni di feste e momenti celebrativi organizzati per la Duchessa, grazie anche alla presenza di preziosi album che ne testimoniano allestimenti e costumi di scena.

 

Programma:

Ore 10.30 visita al Castello di Rivoli - appuntamento presso la biglietteria

Ore 14.30 visita alla mostra in Palazzo Madama - appuntamento presso la biglietteria

 

Si segnala che, a causa dello sciopero del trasporto pubblico previsto domenica 10 febbraio, la navetta Rivoli Express non sarà garantita al mattino. Rientra, invece, nella fascia protetta la corsa in partenza alle ore 13.00 dal Castello di Rivoli con arrivo in piazza Castello alle ore 14.00

 

Costo: 23.00€ a partecipante (comprensivo di visite guidate per entrambi i siti)

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso alla mostra e al Castello; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte.

Van Dyck pittore di Corte

 

Musei Reali di Torino - Galleria Sabauda – Sale Palatine

 

16 novembre 2018 – 17 marzo 2019

 

Cinquanta capolavori in mostra per presentare la figura del pittore fiammingo Van Dyck e la sua attività presso le corti più potenti d’Europa.

La lezione fiamminga si trasforma in sperimentazione, alla luce dell’incontro con la grande tradizione rinascimentale italiana e dell’esperienza pittorica di Tiziano, che l’artista ha potuto conoscere durante il suo viaggio studio in Italia.

I capolavori divisi in quattro sezioni permettono di raccontare la sua fortuna artistica presso le più influenti famiglie dell’aristocrazia genovese, di cui emblematico è il ritratto della marchesa Elena Grimaldi Cattaneo, e i suoi soggiorni tra le corti d’Europa, con particolare attenzione all'Inghilterra dove diventerà ritrattista ufficiale di Carlo I.

 

Durata: 90 minuti

Costo visita guidata: 80.00€ a gruppo + 30.00€ sistema di microfonaggio obbligatorio

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra

Tutti gli “Ismi” di Armando Testa

 

Musei Reali di Torino  - Palazzo Chiablese

 

25 ottobre 2018 - 17 marzo 2019

 

La nuova mostra presso le sale di palazzo Chiablese, curata da Emma De Angelis e Gianfranco Maraniello, Direttore del Museo di Arte Moderna Contemporanea di Trento e Rovereto, permette di ripercorrere la carriera del grande pubblicitario e artista torinese Armando Testa. Noto disegnatore, cartoonist, autore grafico e di testi nel settore della pubblicità è riuscito a creare una delle più note agenzie pubblicitarie ancora oggi operativa.

Il minimalismo del segno grafico e l’immediatezza della tag line diventano un segno distintivo e vincente della sua attività che non si arresta nel corso degli anni portandolo ad ottenere diversi riconoscimenti, tra cui nel 1968 da Giulio Carlo Argan la medaglia d’oro del Ministero della Pubblica Istruzione per il suo contributo alle arti visive.

Attraverso oltre cento opere, manifesti, disegni, contributi video, dipinti, sculture, fotografie e oggetti di design, prodotti dagli anni’ 40 agli anni 90’del secolo scorso si potrà ripercorrere la sua attività. Per ricordare solo alcune delle figure più famose da lui ideate: Caballero e Carmencita, l’ippopotamo azzurro Pippo e il Punt&Mes.

 

Costo visita guidata: 90,00€

Durata: 90 minuti

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso alla mostra

Van Dyck pittore di Corte

 

Musei Reali di Torino - Galleria Sabauda – Sale Palatine

 

Domenica 9 dicembre | Domenica 30 dicembre |Domenica 20 gennaio | Domenica 10 febbraio | Domenica 10 marzo ore 15.40

 

Cinquanta capolavori in mostra per presentare la figura del pittore fiammingo Van Dyck e la sua attività presso le corti più potenti d’Europa.

La lezione fiamminga si trasforma in sperimentazione, alla luce dell’incontro con la grande tradizione rinascimentale italiana e dell’esperienza pittorica di Tiziano, che l’artista ha potuto conoscere durante il suo viaggio studio in Italia.

I capolavori divisi in quattro sezioni permettono di raccontare la sua fortuna artistica presso le più influenti famiglie dell’aristocrazia genovese, di cui emblematico è il ritratto della marchesa Elena Grimaldi Cattaneo, e i suoi soggiorni tra le corti d’Europa, con particolare attenzione all'Inghilterra dove diventerà ritrattista ufficiale di Carlo I.

 

Durata: circa 90 minuti

Costo visita guidata: 6,00€

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso alla mostra 12,50€ (1,50€ per possessori di Abbonamento Musei – compreso diritto di prevendita)

Ritrovo: atrio di Palazzo Reale ore 15.15

Le prenotazioni si chiudono 15 giorni prima della data

Tocco di Dama. Omaggio alla vita di corte tra Torino e Parigi

 

Domenica 27 gennaio | Domenica 17 febbraio ore 16.00

 

Feste, balli e momenti celebrativi al tempo di Cristina di Borbone Francia e Maria Giovanna Battista Savoia Nemours sono il filo conduttore che guiderà i visitatori in un percorso emozionale.

Un’occasione per spiare, attraverso la serratura della storia, la vita di due donne, fautrici di un rinnovamento che, con il loro tocco femminile, hanno contribuito in modo fondamentale allo sviluppo politico e artistico dello stato sabaudo.

La prima rivoluzionò, dopo la morte del marito, la corte torinese, sobria e poco incline ai divertimenti, inaugurando a Torino la stagione dei balletti su esempio di Parigi. Autore di molti testi e coreografie il consigliere - amante Filippo San Martino di Agliè, di cui in mostra vedremo diverse testimonianze tra le quali un ritratto inedito.

La seconda austera, colta e raffinata animatrice di dotti cenacoli, mirò a lasciare un segno dei suoi interventi a patrocinio delle arti e delle lettere, facendo recuperare a Torino un ritardo di immagine rispetto ad altri Stati italiani e alle maggiori corti europee.

Attingendo da spartiti e testi del Sei e Settecento musica e canto prenderanno il sopravvento sulla visita guidata attraverso alcuni momenti performativi, a cura del controtenore Danilo Pastore e degli strumenti antichi di Juan José Francione, per scoprire le caratteristiche delle melodie più in voga in epoca barocca e conoscere gli autori impiegati presso la corte delle due Dame.

 

Costo: 15.00€ a partecipante

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso alla mostra; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

Tattoo. L'arte sulla pelle

 

Visite guidate
Domenica 25 novembre | Domenica 2 dicembre | Mercoledì 26 dicembre | Domenica 27 gennaio | Domenica 24 febbraio | Domenica 3 marzo ore 16.30

 

Visite guidate riservate ai possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

(prenotazioni presso numero verde 800329329) 

Venerdì 16 novembre | Venerdì 4 gennaio | Venerdì 15 febbraio ore 16.30

 

L’itinerario alla mostra permette di percorrere un viaggio sui significati dell’uso sociale, antropologico, culturale e artistico del tatuaggio, attraverso artisti, tatuatori, tatuati, opere e personaggi del passato in dialogo tra loro nel suggestivo allestimento della mostra a cura di Luca Beatrice.

Ci soffermeremo su alcuni passaggi cruciali dei diversi significati del tatuaggio, con particolare riguardo alle popolazioni che lo hanno praticato in maniera estensiva, influenzando anche la cultura e l’arte contemporanea.

Tra le opere esposte foto storiche scattate dal celebre fotografo Felice Beato nel Giappone degli anni 60 dell’ 800, una selezione di stampe del noto artista giapponese Utagawa Kuniyoshi, che nel 1827 pubblica una serie di eroi popolari giapponesi noti come i 108 eroi suikoden, famosa per essere diventata un riferimento iconografico per tatuaggi.

Arrivando al mondo di oggi con a consolidata accettazione del tatuaggio, si porrà l’accento su alcuni artisti che hanno saputo riflettere sulla pratica dei tattoo nella loro arte, quali lo spagnolo Santiago Sierra che ne fa un uso politico e trasgressivo, l’austriaca Valie Expor e la svedese Mary Conble che hanno trattato temi legati al femminismo.

Infine tra i tatuatori contemporanei saranno prese in esame alcune immagini dei lavori di Tin- Tin, Filip Leu e Horiyoshi III Sensei.

 

Costo: 5€

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra; gratuito per possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

MUSEI REALI TORINO - 24 febbraio 2019

 

Ore 10.00

Spazio riservato presso la Caffetteria Regia per colazione composta a scelta da caffè, tè, cappuccino con brioche e succo di frutta.

 

Ore 10.30

Alla scoperta del Museo di Antichità: ripartiamo dal Tesoro di Marengo

 

L’appuntamento è dedicato al Museo di Antichità per una lettura dei reperti che compongono il “Tesoro di Marengo”. Un insieme eterogeneo di circa 20 pezzi d’argento diversi per qualità, funzione e in parte cronologia, casualmente ritrovati durante dei lavori agricoli a Bosco Marengo nel 1928. Gli oggetti, probabilmente nascosti per essere poi recuperati, sono rimasti sepolti per secoli fino al ritrovamento che ha permesso agli studiosi di far luce sul periodo tardo imperiale e sulla instabilità sociale e politica del momento, preludio della caduta dell’Impero e delle invasioni barbariche. Fra questi, particolarmente preziosi sono il busto dell’imperatore Lucio Vero, un’iscrizione votiva dedicata alla dea Fortuna e un fulcrum della spalliera di un letto triclinare. Condotti per mano dall’archeologa, attraverso la presentazione degli oggetti, si potrà percorrere idealmente un lungo excursus storico che affonda le proprie radici nella cultura romana.

 

Costo: 15.00 € (comprensivo di colazione e visita guidata)

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso al Museo; gratuito per possessori di Abbonamento Musei torino Piemonte

Borgo Medievale mon amour

 

Giovedì 14 febbraio

 

In omaggio al sentimento amoroso il Borgo Medievale dedica per tutto il pomeriggio visite guidate alla Rocca illustrando alcune tematiche legate ai diversi significati e concetti di Amore nel Medioevo: dal rapporto tra uomo e donna all’interpretazione del sentimento nella poetica cortese e attraverso alcune rappresentazioni artistiche.

 

Costo: 5.00€

 

Il Caffè del Borgo Medievale propone per gli innamorati golosi

una cena speciale a lume di candela.

Per informazioni e prenotazioni 011-5212567