PALAZZO MADAMA



REALI SENSI

 

In occasione del 20° anniversario dell’inserimento delle Residenze Reali di Torino e del Piemonte nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO, le dimore sabaude vi aspettano con un calendario ricco di appuntamenti dedicati ai cinque sensi.

Una visita inconsueta per vivere un’esperienza unica all’interno di luoghi senza tempo, dove architetture sontuose, sale storiche e giardini regali diventano veri e propri libri aperti su cui affinare le vostre percezioni.

Partendo dalla vista, amplierete il vostro sguardo per cogliere dettagli insoliti o verità apparenti, compiendo un percorso attraverso secoli di storia con gli occhi all’insù.

 

Biglietto d'ingresso gratuito per possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Torino+Piemonte Card.

Biglietto d'ingresso + visita guidata gratuita per i possessori di Royal Card.

 

Prenotazioni online alla pagina dedicata sul sito di Turismo Torino

Domenica 28 maggio ore 15.30

Domenica 25 giugno ore 15.30

 

Ascoltando il Medioevo

 

Gli stalli del coro di Staffarda conservati in Palazzo Madama racchiudono, nell’anima del legno di noce, le voci dei monaci cistercensi che li hanno utilizzati. L’origine del coro, le maestranze che lo hanno realizzato e la descrizione delle antropomorfe decorazioni, saranno l’inizio del nostro percorso, tutto da ascoltare, per scoprire la bellezza e l’importanza delle varie forme d’arte applicata in epoca medievale presenti nelle collezioni del museo.

 

Durata: 60 minuti | Costo: 5€

 

Domenica 9 luglio ore 15.30

Domenica 6 agosto ore 15.30

 

La natura non ha confini

 

Un insolito itinerario dedicato alla natura permetterà di conoscere Palazzo Madama e alcune aspetti curiosi delle opere d’arte presenti in collezione. 

Ad accompagnarci una naturalista che ci permetterà scoprire quanti fiori, piante e animali campeggiano nelle sale di Madama Reale e sono presenti nelle decorazioni di oggetti, quali i preziosi servizi da tavola in porcellana. 

Dallo spazio chiuso proseguiremo verso lo spazio aperto dei giardini , per parlare di evoluzione dei giardini nella storia e soffermarci nella presentazione delle diverse specie qui coltivate non solo attraverso la vista, ma anche l’olfatto.

 

Durata: 60 minuti | Costo: 5€

Sabato 30 settembre ore 17.00

Domenica 29 ottobre ore 15.30 

 

Nobili gusti.

L'arte di stare a tavola

Le prestigiose porcellane  presenti nelle collezioni di Palazzo Madama prendono nuovamente vita per allestire un immaginario banchetto,  attraverso il racconto di una vanitosa nobildonna del Settecento che  accompagnerà il pubblico alla scoperta della sofisticata eticchetta francese. 

Rigide regole accompagnavano  l’allestimento della tavola e la sequenza delle gustose portate, dando origine a tempi molto lunghi  e  a volte,  se si era così importanti da essere invitati ad  un banchetto di corte, anche con una durata di più giorni.

Chissà quante chiacchere accompagnavano in quelle occasioni i nobili commensali.

 

Durata: 60 minuti | Costo: 5€

Domenica 26 novembre ore 15.30 Domenica 3 dicembre ore 15.30

 

Vedere con le mani

l'opera d'arte

Attraverso il tatto possiamo raccogliere informazioni che ci permettono di relazionarci con il mondo esterno, esso è pertanto un senso fondamentale per coloro che non possono vedere, ma è anche una potenzialità da sviluppare per gli altri. L'itinerario, aperto a tutti, si pone l'obbiettivo di far conoscere alcune opere d'arte, presenti nelle collezioni di Palazzo Madama, attraverso le nostre mani.

 

Durata: 60 minuti | Costo: 5€

 



le mostre


Giacomo Grosso a Torino

 

Palazzo Madama + Accademia Albertina 7 ottobre ore 15.30

Palazzo Madama + Museo Accorsi-Ometto 21 ottobre ore 15.30

 

Visite riservate ai possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

(prenotazioni al numero 800.329.329)

 

La mostra dedicata al pittore Giacomo Grosso è occasione per Palazzo Madama per esporre la deliziosa “Ninfea”, dipinta dall'artista nel 1907 per la Biennale Internazionale di Venezia: la tela viene presentata nella Corte Medievale all’interno di una altrettanto strepitosa "cornice d'alcova" realizzata verso la fine del Seicento e con molta probabilità proveniente dal castello di Santena. Il monumentale arco in legno intagliato e dipinto fu acquistato da Grosso che lo collocò nel suo studio per utilizzarlo come sfondo scenografico in diversi ritratti femminili: alla sua morte nel 1938 la Città di Torino acquistò la cornice. La poetica espressiva di Grosso nel rappresentare la figura femminile e l'atmosfera magica in cui è immersa, è il tassello di inizio di due itinerari che si propongono di approfondire alcuni aspetti della sua pittura e attività, sia nella produzione  accademica, sia attraverso le commissioni di carattere più privato. Si parte con un primo percorso che dalla Ninfea a Palazzo Madama proseguirà,  con la stessa guida, presso la Pinacoteca dell'Accademia Albertina. A seguire un secondo itinerario permetterà di visitare l'esposizione delle opere proposte dalla Fondazione Accorsi-Ometto

 

Ritrovo: per il 7 ottobre ore 15.30 a Palazzo Madama (arrivo all'Accademia Albertina alle 16.16)

               per il 21 ottobre ore 15.30  a Palazzo Madama (arrivo al Museo Accorsi-Ometto alle 16.15)

Costo: 8,00€

Costi aggiuntivi: biglietti d'ingresso ai vari musei

Durata: circa due ore


Gianfranco Ferrè. Sotto un’altra luce: Gioielli e ornamenti.

 

Visite guidate

Domenica 22 ottobre | Domenica 10 dicembre | Domenica 7 gennaio | Domenica 28 gennaio Domenica 11 febbraio | Domenica 18 febbraio ore 15.30

 

Visite guidate riservate ai possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

(prenotazioni presso numero verde 800329329) 

Sabato 21 ottobre ore 15.30 | Sabato 25 novembre ore 16.30

 

Ancora studente presso la facoltà di architettura Gianfranco Ferrè si dilettava a realizzare e regalare, alle sue amiche più care, bijou esclusivi assemblando assieme materiali poveri.

La sua passione nei confronti degli accessori continuerà ad essere presente durante tutta la sua brillante carriera di stilista di moda, portandolo a disegnare personalmente gli oggetti e rendendo ancora più raffinate le sue collezioni. 

L’itinerario in mostra permetterà ai visitatori di scoprire questo aspetto di Ferrè - sconosciuto ai più - attraverso i meravigliosi gioielli e ornamenti esposti, tra cui spiccano “abiti gioiello”, particolarmente suggestivi per ricchezza e forme, provenienti dalla Fondazione Ferrè.

 

Costo: 5€

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso a Palazzo Madama; gratuito per possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte


Gli anni Ottanta di Gianfranco Ferrè

Sabato 28 ottobre | Sabato 12 Novembre ore 16.00

 

Il periodo che fa da sfondo all’attività di Gianfranco Ferrè è quello “della Milano da bere”, termine utilizzato oggi per definire un momento della storia italiana tra la fine degli anni Settanta e gli anni Ottanta.

Nelle sofisticate via Montenapoleone e via della Spiga aprono gli atelier di talentuosi artisti, oltre a Ferrè, Gianni Versace, Enrico Coveri e Moschino. La moda diventa un elemento importate per l’economia italiana, su cui intorno ruotano nuovi simboli, ad esempio le top model Naomi Cambell, Claudia Schiffer e Linda Evangelista e ancora si parla di yuppies e paninari.

La mostra dedicata allo stilista in Palazzo Madama permetterà di ripercorrere l’atmosfera di quegli anni, attraverso le creazioni di Gianfranco Ferrè: oggetti, accessori e abiti gioiello, opere che lo portarono ad essere soprannominato “l’architetto della moda”.

A seguire sorseggeremo il caratteristico Ginrosa, aperitivo milanese per eccellenza, creato nel 1930 e composto da un infuso di erbe aromatiche distillate con bacche di ginepro.

 

Costo: 11€

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso alla mostra - gratuito per possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte


Prenotazioni e informazioni per visite guidate

011.5211788 - prenotazioniftm@arteintorino.com


didattica 2017-2018

 Le attività proposte a Palazzo Madama sono visionabili qui.

   Informazioni e prenotazioni:

 

Telefono Ufficio:

0115211788

 

E-mail didattica: didattica@arteintorino.com 

  <----------

 

 

 

E-mail compleanni:

compleanniefeste@arteintorino.com

---------->

 

 

compleanno al museo