Nel centro di Torino

Palazzo Madama

Sito architettonico patrimonio dell’UNESCO sede del Museo Civico

Collocato nel cuore della città l’edifico racchiude una lunga storia testimoniata dalle diverse parti architettoniche che lo compongono. Da antica porta romana fu acquisito nel XIII secolo dai Marchesi del Monferrato e poi dai Duchi di Savoia diventando residenza e cornice di feste e matrimoni.

Sarà in seguito con Cristina di Francia e Maria Giovanna Battista Savoia Nemours (le due Madame Reali ovvero reggenti in favore dei figli in minore eta’) che l’edificio assumerà l’aspetto di elegante residenza, in particolare per volere della seconda Madama Reale gli interventi dell’architetto Filippo Juvarra ne codificheranno l’aspetto monumentale definitivo.

Oggi Palazzo Madama ospita numerose collezioni e opere d’arte, in gran parte donazioni alla città di Torino e risalenti a diversi periodi storici: dall’arte medievale e gotica alle grandi pale d’altare, tra cui spicca Gaudenzio Ferrari e, da non dimenticare, il ritratto di ignoto opera di Antonello da Messina icona stessa del Museo. Nei piani superiori il percorso prosegue nelle stanze barocche e tra le raffinate collezioni composte da miniature, vetri e porcellane.

Da non perdere la torre panoramica e al piano terra il giardino realizzato dallo studio di documenti e miniature di epoca.


Le nostre attività a Palazzo Madama

Visite guidate

Sabato 21 settembre e Domenica 22 settembre

Giornate Europee del Patrimonio

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio biglietto di ingresso a 1€ per mostre e collezioni.

Un programma ricco di visite guidate vi aspetta.

Ogni primo mercoledì del mese non festivo e tutti i sabati

Appuntamento in Museo - Palazzo Madama

L’architettura di Palazzo Madama si presenta agli occhi dei visitatori attraverso un accostamento evidente di anime diverse: quella medievale e barocca.

L’appuntamento in museo si trasforma in un viaggio esplorativo dell’edificio che prende avvio dal giardino del Castello, ricostruito sulla base di fonti antiche, oggi angolo fuori dal tempo ricco di specie di piante e fiori diversi. Da qui si possono osservare le alte mura di Palazzo Madama, scandite da bifore e torrioni angolari, casa di rondoni che ogni anno tornano puntuali a ravvivarlo.

I nostri passi riprendono il percorso attraverso le scale della torre panoramica, per un punto di vista unico sulla città e concludersi tra decorazioni, intagli e dorature degli appartamenti Reali fino al luminoso scalone realizzato dall’architetto Filippo Juvarra.

Per chi desidera regalarsi ancora alcuni momenti in museo consigliamo una "sosta gustosa" presso l’elegante caffetteria.

Prenotazione consigliata, disponibilità fino ad esaurimento posti.

Costo visita guidata: 5€ a persona

Scegli opzioni

Visite guidate alle mostre

Visite guidate
Domenica 21 luglio | Domenica 28 luglio | Domenica 4 agosto | Domenica 1 settembre | Domenica 15 settembre | Domenica 29 settembre | Domenica 6 ottobre | Domenica 13 ottobre | Domenica 20 ottobre | Domenica 27 ottobre | Domenica 3 novembre | Domenica 10 novembre ore 16.00

Domenica 22 settembre ore 11.00 e ore 16.00 (+ biglietto di ingresso alla mostra a 1 € anche per i possessori di Abbonamento Musei; ingresso gratuito per i possessori di Torino+Piemonte Card)

Visite guidate riservate ai possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte (prenotazioni presso numero verde 800329329 - PER TUTTO IL MESE DI SETTEMBRE LE PRENOTAZIONI ANDRANNO EFFETTUATE AL NUMERO 011.5211788)
Venerdì 11 ottobre | Sabato 26 ottobre | sabato 9 novembre ore 16.00

Viaggio verso l'astro d'argento

Sono passati cinquant’anni dallo sbarco sulla Luna e per celebrare l’astro d’argento Palazzo Madama propone un “nuovo viaggio” attraverso la mostra ad esso dedicata a cura di Luca Beatrice e Marco Bazzini.

Per l’occasione le visite guidate permettono di ripercorrere il tema del viaggio lunare a partire dall’Ottocento, periodo in cui l’allunaggio continuava ad essere un sogno. Dal pennello dei pittori romantici primeggia uno sguardo melanconico e sognante verso il satellite, declinato al tema del chiaro di luna nelle opere di DeGubernatis e Bagetti. Nel Novecento primeggiano le atmosfere fiabesche di Marc Chagall o la metafisica rigorosa di Felice Casorati per arrivare ad una vera e propria ossessione nell’immaginare qualcosa di più lontano da noi, basti pensare ai titoli di alcune opere come Concetto spaziale di Lucio Fontana e Superfici lunari di Giulio Turcato.

Il percorso termina nell’analisi di autori importanti come Yves Klein, il pittore simbolista Karl Wilhelm Diefenbach e il concettuale olandese Van Hoeydonck la cui opera fu letteralmente portata sulla Luna e lì lasciata dalla missione Apollo 12, e ancora alcune immagini della Nasa e oggetti di design degli anni ’60 di autori come Vico Magistretti, Achille Castiglioni, Piero Fornasetti.

Costo: 6.5o euro a persona

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra; gratuito per possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

Scegli opzioni

Sabato 25 maggio | Sabato 29 giugno | Domenica 15 settembre | Domenica 13 ottobre ore 15.30

La botanica di Leonardo. I giardini ritrovati di Palazzo Madama

In occasione dell’anniversario dedicato ai 500 anni dalla morte di Lonardo Da Vinci, Palazzo Madama propone un itinerario a cura della botanica Valeria Fossa che illustrerà attraverso le piante e i fiori del giardino medievale alcune delle riflessioni raccolte dal grande artista toscano attraverso l’osservazione attenta della natura e l’adozione di un metodo sperimentale: tra queste intuizioni, di cui si chiarirono appieno i processi solo tra Sette e Novecento con la moderna scienza biochimica, nel corso della visita saranno presentate le acute ipotesi formulate nel “Trattato della Pittura” per spiegare i meccanismi nutritivi e la struttura linfatica delle piante; la disposizione dei rami e delle foglie secondo precisi e costanti modelli geometrici; fino alle modalità di crescita radiale del tronco dell’albero che Leonardo descrive nella sua chiara lingua toscana, avvertendo la stretta relazione tra il grado di accrescimento e le condizioni ambientali esterne: “Li circuli delli rami delli alberi segati mostra il numero delli suoi anni (…) e quali furono più umidi o più secchi, secondo la maggiore o minore loro grossezza”.

 Costo: 5.oo euro a persona

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso al museo; gratuito per possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

Scegli opzioni

Visite guidate Domenica 23 giugno | Domenica 14 luglio | Domenica 28 luglio | Domenica 8 settembre | Venerdì 20 settembre | Domenica 6 ottobre | Domenica 13 ottobre ore 16.30

Visite guidate riservate ai possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte (prenotazioni presso numero verde 800329329) Venerdì 28 giugno | Venerdì 12 luglio ore 16.30

Splendore dal Rinascimento: la maiolica

Duecento capolavori provenienti da collezioni private tra le più importanti al mondo e dalle collezioni di Palazzo Madama permettono di raccontare la storia della maiolica italiana nel periodo del suo massimo splendore, dalla seconda metà del 1400 alla prima metà del 1500.

L’itinerario parte dalla camera delle Guardie dove è collocata la credenza, mobile protagonista delle sale da pranzo in epoca rinascimentale su cui erano poste in bella mostra le maioliche. Il percorso prosegue alla scoperta dei principali centri di produzione di maiolica in Italia, come Deruta, Faenza, Gubbio, Venezia, Castelli e Torino soffermandosi sulle caratteristiche tecniche, decorative e sugli artisti, tra i quali Nicola da Urbino e Francesco Xanto Avelli.

La maiolica è tra le poche forme d’arte del Rinascimento che ha conservato in modo perfetto i colori originali di quando furono realizzate. Ha lontane origini islamiche e giunse in Europa con la conquista mussulmana della penisola iberica nell’VIII secolo. Novità assoluta, nata dalle botteghe dei ceramisti italiani, fu la decorazione istoriata, ovvero la colorata pittura di storie, profane, religiose e amorose sulla superficie bianca della ceramica. Nel corso del tempo il suo impiego si differenzia nella vita sociale, da arredo gli oggetti cominciano ad essere usati sulle tavole o offerti come doni, fiorente l’impiego della maiolica nei corredi da farmacia.

Costo: 6.50 euro comprensivo di radioguida

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso alla mostra; gratuito per possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte

Scegli opzioni

Domenica 22 settembre - ESAURITO

In viaggio sul treno a Vapore alla scoperta della collezione Franchi

Spesso parliamo di viaggio nel tempo quando vogliamo definire un percorso per illustrare opere d’arte e oggetti appartenenti al passato.

Un viaggio nel passato questa volta lo proponiamo concretamente salendo sul treno storico trainato da locomotiva a vapore e percorrendo la tratta ferroviaria aperta nel 1883 da Torino fino a Varallo.

A bordo del treno sarà illustrata la storia della linea ferroviaria e dell’antico mezzo, permettendoci di assaporare atmosfere lontane e paesaggi naturalistici.

Giunti a Varallo Sesia il nostro percorso prosegue alla Pinacoteca dove per l’ultimo giorno è esposta la prestigiosa collezione di maioliche donate al Museo da Luciano Franchi. Numerosi i pezzi esposti che permettono di illustrare l’evolversi dell’arte della ceramica dal XIV al XVIII secolo, evidenziando le peculiarità degli stili dell’epoca, tra cui spiccano ad esempio i piatti “da pompa” di Deruta con ritratti femminili e i raffinati colori istoriati dei piatti di Faenza del XIV secolo. Il percorso prosegue con la produzione del Settecento, caratterizzata da prestigiose manifatture come Rampini per terminare con la manifattura Rossetti attiva fino all’Ottocento.

Costo: 55,00€ (comprensivo di accompagnatore, visita guidata alla Collezione Franchi, trasporto sul treno storico, piccola degustazione di prodotti tipici a bordo treno durante il viaggio di andata – i passeggeri che presentano intolleranze alimentari sono pregati di segnalarlo); ridotto 48,00€ per bimbi dai 4 ai 12 anni non compiuti

Costo aggiuntivo: biglietto di ingresso alla mostra (gratuito per possessori di Abbonamento Musei) con possibilità di visitare la pinacoteca

Ritrovo al binario di partenza alle ore 8.10 (il treno partirà alle 8.40)

Pranzo libero

Ritorno partenza treno ore 17.00 arrivo Porta Nuova ore 21.22

Termine di iscrizione: 21 agostoentro questa data andrà effettuato anche il pagamento di 55,00€ tramite bonifico (IBAN: IT 08 B 03268 01011 052907921460 intestato a Theatrum Sabaudiae Torino – Banca Sella) oppure sul sito www.arteintorino.com o presso gli uffici di Theatrum in via San Domenico 28 da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 17.00 su appuntamento telefonando al numero 011.5211788.

Ricordiamo che l'importo del biglietto di ingresso ridotto, per chi non ha Abbonamento Musei, verrà saldato il giorno stesso.

Il tour si attiverà con un numero minimo di 10 partecipanti

 

Experience

Esperienza unica e coinvolgente su prenotazione

Tocco di Dama. Omaggio alla vita di corte tra Torino e Parigi

La visita di Palazzo Madama si trasforma in un evento coinvolgente capace di accompagnare i visitatori nelle atmosfere di feste, balli e momenti celebrativi al tempo di Cristina di Borbone Francia e Maria Giovanna Battista Savoia Nemours “padrone di casa” della magnifica resideza.

La storia dell’edificio, attraverso l’analisi delle sue caratteristiche e la vita delle due illustri Dame, saranno raccontati dalla guida per poi lasciare il posto alla performance di canto e musica a cura del controtenore Danilo Pastore e agli strumenti antichi di Juan José Francione.

Attingendo  da spartiti e testi del Sei e Settecento musica e canto prenderanno  il sopravvento sulle parole per far rivivere negli spazi della residenza amata dalle due dame melodie barocche di autori diversi tra i quali Giulio Caccini che lavorò alla corte di Enrico IV padre di Cristina di Francia; Sigismondo D’India, la cui musica fu eseguita in occasione delle nozze tra Vittorio Amedeo e Cristiana; Giovanni Battista Lulli, ribattezzato Lully,  attivo alla corte di Luigi XIV al tempo in cui vi era Maria Giovanna Battista e ancora Stefano Fiorè, musicista che dedicò a Maria Giovanna la sua opera Teuzzone.

Danilo Pastore

Nato a Torino, intraprende lo studio del pianoforte classico nel 1998 e del canto nel 2003. Si avvicina, guidato da Angelo Galeano e Manuela Custer, alla vocalità controtenorile, che approfondisce presso il Conservatorio “Guido Cantelli” di Novara, nella classe di Canto rinascimentale e barocco del M° Roberto Balconi. Partecipa a masterclass e corsi di perfezionamento musicale, sul repertorio per voce e strumenti antichi, liederistico, sulla musica da camera dell’Ottocento italiano e il repertorio mozartiano, sul repertorio madrigalistico, sulla musica etnica e blues/jazz e di tecnica vocale. Già performer di musical e operetta, ha collaborato con importanti realtà musicali, esibendosi per rinomati festival e teatri, in Italia e all’estero (Austria, Francia, Slovenia, Svizzera), con direttori di rilevanza internazionale. Il suo repertorio spazia dal Medioevo alla contemporaneità; ha inciso per Plus, Naxos, Brilliant Classics e ha interpretato ruoli in opere di Purcell, Monteverdi, Lully, Albinoni, Lotti, condividendo il palco con artisti, quali Furio Zanasi e Claire Lefilliâtre. Si è laureato, summa cum laude, in Lingue e Culture dell’Asia e dell’Africa e in Scienze linguistiche,presso l’Università degli Studi di Torino.

Juan José Francione

Juan José Francione, dopo aver conseguito il diploma, nel 2013, in Chitarra e Musica da Camera, presso il Conservatorio Superior de Música de la Ciudad de Buenos Aires “Astor Piazzolla”, decide di continuare la sua specializzazione in Liuto e Basso continuo col M° Eduardo Egüez, in Italia e a Zurigo (Svizzera), dove ha conseguito il Master of Arts in Music Performance, presso la Zürcher Hochschule der Künste. Svolge un’intensa attività concertistica con l’Ensemble La Chimera, esibendosi in numerose sale e festival di musica antica e moderna, in Europa. Dal 2016, la sua attività artistica conta il sostegno del Mozarteum Argentino.

 

Costo: € 10 a partecipante (numero minimo di partecipanti 15 persone)

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso al museo

Festeggia il compleanno al Museo

Compleanno a Palazzo Madama - Museo di arte antica

Un’occasione speciale merita un luogo speciale: da oggi è possibile festeggiare al museo il compleanno del tuo bambino.

Una festa indimenticabile nei luoghi della bellezza, dell’arte e della storia.

La proposta comprende un’attività didattica interessante e divertente, possibilità di spazio per taglio torta e vari extra tra cui scegliere, nell’atmosfera incantata del museo.

Chiamaci o inviaci una e-mail per avere dettagli e informazioni sull'organizzazione del tuo compleanno 011.5211788 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le varie opzioni del Compleanno al Museo

Il Palazzo è uno degli edifici monumentali più rappresentativi del Piemonte: oggi ospita il Museo di Arte Antica, le cui collezioni comprendono oltre 70.000 opere dall’alto medioevo al Barocco.

In udienza da Madama Reale
Oggi per la tua festa siamo stati invitati dalla Duchessa nel suo palazzo! Ma come ci si veste? Come dobbiamo comportarci?

Con una bella gorgiera, corona o onorificenza sul petto entreremo nel suo lussuoso palazzo.

Caccia in Palazzo

Come astuti detective sotto la guida di un abile regista parte la caccia al tesoro! Ma di che cosa mai si tratterà? Scopriamolo insieme divisi in due squadre.

Piume colorate

Dedicata ai più piccoli (3 - 6 anni) l’attività compleanno si trasforma in una prima e divertente esperienza in Museo. Prendendo spunto dai colorati e multiformi uccelli dipinti sui soffitti del palazzo i bambini saranno guidati in un’esperienza simulata di birdwatching alla scoperta della straordinaria varietà di volatili, dai famigliari animali da cortile agli esotici pappagalli e infine, se la stagione è quella giusta, potranno salutare i numerosi rondoni che si annidano nelle buche pontaie del castello. A seguire spazio – lab, che coinvolgerà il festeggiato e gli ospiti durante il taglio torta, nella realizzazione di copricapi di gusto barocco da indossare per travestirsi in uno straordinario uccello dalle vivaci piume.

La vostra festa in due varianti:

1  Due ore: 180 € - attività + concessione spazio per taglio torta a vostra cura

2 Un’ora: 120 € attività

Le attività prevedono un massimo di 25 partecipanti.

La tariffa comprende due biglietti di ingresso al museo per adulti.

CATERING E BUFFET

Possibilità di organizzare il proprio buffet in accordo con la caffetteria del Museo.

Dimmi quando vuoi festeggiare e ti dirò come fare

Volete realizzare una festa a tema? Al museo è possibile! Oltre alle attività proposte in ogni museo si possono scegliere diverse attività da svolgere dopo il taglio torta.

Ad esempio...

MAO

Origami fantasie in carta: costo 1 € a partecipante (minimo 20 partecipanti)

PALAZZO MADAMA

"Barocchi decori" trucco artistico: costo 90 €

Noleggio mantelline durante l’attività 20€


Le nostre attività didattiche per le Scuole in questo museo

Alla base delle nostre proposte la voglia di sperimentare linguaggi, contenuti e materiali sempre diversi.
I nostri Servizi Educativi sono presenti in diversi musei del territorio con proposte didattiche volte a valorizzare il patrimonio museale permettendo agli alunni, dai più piccoli ai più grandi, di apprendere e scoprire concetti, soggetti e opere d’arte in maniera coinvolgente mantenendone viva l’esperienza nel tempo

Via S.Domenico, 28 - 10122 Torino - P.IVA 07737380019 - Privacy Policy - Cookie Policy+39 011.5211788 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Credits Mediafactory Web Agency Torino