Collezioni e mostre per sorprendere il visitatore

Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino

Apertura al pubblico con i seguenti orari:

Da martedì alla domenica: ore 10.00 - 18.00 

Lunedì chiuso.

La biglietteria chiude un’ora prima

La prenotazione è consigliata ma non obbligatoria:

  • Prenotazioni - Theatrum Sabaudiae via e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al numero +39 011 5211788
  • Prevendita - TicketOne

Il Museo offre esposizioni permanenti, mostre temporanee, attività di studio, divulgazione e formazione. 

Una collezione di 45.000 opere dall’Ottocento a oggi, tra dipinti, sculture, opere su carta, installazioni, video e fotografie, GAM offre al pubblico una ricca programmazione: dalle grandi mostre di artisti italiani e internazionali fino alle ricerche più contemporanee dedicate ai giovani.

Un museo vivace, capace di curare e proporre progetti inediti, conferenze, incontri così come di collaborare con i musei e le istituzioni più importanti al mondo. Articolate lungo un percorso che si snoda lungo i quattro piani del museo, le collezioni e le mostre potranno sorprendere il visitatore per la loro ricchezza.



Le nostre attività alla GAM

Connessioni d'arte

Proponiamo visite guidate online per condurre i propri associati alla scoperta dei musei senza perdere quel carattere di esclusività.  
A condurre le visite le guide che già operano nei musei.
Immagini e video esclusivi permettono di cogliere anche i più piccoli dettagli delle opere.

 

Visite guidate

Sabato 3 settembre | 17 settembre | 24 settembre ore 15.00
Domenica 4 settembre | 11 settembre | 18 settembre | 25 settembre ore 15.00

Il primato dell'opera

Oggi la GAM si presenta con un nuovo allestimento della collezione del Novecento storico che permette di restituire centralità all’opera d’arte.

Il percorso guidato consente al visitatore di soffermarsi nei diversi ambienti del museo, cogliendo l’aspetto d’insieme delle sale e delle opere, per proseguire con la descrizione di quadri, sculture e istallazioni.

L’appuntamento con la guida è un’occasione per ripercorrere la storia dell’arte del Novecento dalle Avanguardie storiche all’Informale, dal New Dada e Pop Art all’Arte Povera attraverso il tesoro della città di Torino.

Prenotazione consigliata, disponibilità fino ad esaurimento posti.

Costo: 6.00€ a partecipante

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso al museo; gratuito per possessori di Abbonamento Musei Piemonte Valle d'Aosta

Appuntamento 15 minuti prima dell'inizio

Scegli opzioni

Sabato 10 settembre ore 15.00

Una collezione senza confini

Attraverso la nuova esposizione la visita guidata permette di raccontare come il museo abbia perseguito nel corso degli anni un percorso di internazionalizzazione avviato con successo all’indomani della Seconda guerra mondiale.
L’interesse verso l’arte straniera, che prese inizio nel 1948 con l’acquisizione di Dans mon pays di Marc Chagall alla Biennale di Venezia, proseguì nel corso degli anni attraverso acquisti di grande importanza, effettuati attraverso diversi canali.
L’itinerario permette oggi di dare visibilità ad una selezione di 56 opere, molte delle quali non hanno avuto negli ultimi anni la possibilità di essere esposte e, soprattutto, ci evidenziano come negli ultimi 10 anni la GAM di Torino si sia rivolta verso quella dimensione globale in cui è percepita la nostra presenza: circolazione di notizie, delle opere, delle persone, il moltiplicarsi delle occasioni di viaggio.
Se prima era normale guardare all’arte parigina e americana, negli ultimi 25/30 anni sono entrate in collezione opere provenienti anche da linguaggi e culture diverse: dalla Cina, Cuba, Africa ormai elevate a stima globale grazie ai principali eventi espositivi come Documenta, Biennali e Triennali internazionali.

Gli artisti esposti: Marina Abramović (Belgrado, Serbia, 1946); Georg Baselitz (Kamenz, Germania, 1938); Chen Zhen (Shangai, Cina, 1955 – Parigi, Francia, 2000); Christian Boltanski (Parigi, Francia, 1944-2021); Cecily Brown (Londra, Regno Unito, 1969); Pedro Cabrita Reis (Lisbona, Portogallo, 1956); Matt Collishaw (Nottingham, Regno Unito, 1966); Tony Cragg (Liverpool, Regno Unito, 1949); Mark Dion (New Bedford, Massachusetts, Usa, 1961); Liam Gillick (Aylesbury, Regno Unito, 1964); Antony Gormley (Londra, Regno Unito, 1950); Laurent Grasso (Mulhouse, Francia, 1972); Carsten Höller (Bruxelles, Belgio, 1961); Alfredo Jaar (Santiago del Cile, Cile, 1956); Ilya and Emlia Kabakov (Dnepropetrovsk, URSS, oggi Ucraina, 1933 e 1945); Kcho (Nueva Gerona, Cuba, 1970); William Kentridge (Johannesburg, Sudafrica,1955); Terence Koh (Pechino, Cina, 1967); Anselm Kiefer (Donaueschingen, Germania, 1945); Jim Lambie (Glasgow, Scozia, 1964); Marcos Lutyens (Londra, Regno Unito, 1964); Mona Marzouk (Alessandria d’Egitto, Egitto, 1968); Aleksandra Mir (Lubin, Polonia, 1967); Tracey Moffatt (Brisbane, Australia, 1960); Hermann Nitsch (Vienna, Austria, 1938); Albert Oehlen (Krefeld, Germania, 1954); Cornelia Parker (Cheshire, Regno Unito, 1956); Tobias Rehberger (Esslingen, Germania, 1960); Julião Sarmento (Lisbona, Portogallo, 1948-2021); Sean Scully (Dublino, Irlanda, 1945); Kiki Smith (Norimberga, Germania, 1954); Hannah Starkey (Londra, Regno Unito, 1971); Jessica Stockholder (Seattle, Washington, Usa, 1959).

Costo: 6.00€ a partecipante

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso al museo; gratuito per possessori di Abbonamento Musei Piemonte Valle d'Aosta

Appuntamento 15 minuti prima dell'inizio

Scegli opzioni

GAM - MAO - Palazzo Madama

Alchimie

Visite guidate speciali in collaborazione con l'Orchestra Filarmonica di Torino

Costo: 6.00€ a partecipante

 

Le Mostre

Venerdì ore 16.00
Sabato e domenica ore 16.30

World Press Photo Exhibition 2022

La GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino ospita la 66ª edizione della World Press Photo Exhibition, il più importante concorso di fotogiornalismo al mondo.

Quest’anno la World Press Photo Foundation ha lanciato una nuova strategia di valutazione per garantire un equilibrio geografico e aumentare il livello di rappresentanza internazionale offrendo un ampio sguardo su tutte le regioni del mondo: Africa, Asia, Europa, Nord e Centro America, Sud America, Sud-est asiatico e Oceania

Il percorso di visita alla mostra permetterà di ripercorrere attraverso le immagini realizzate dai migliori fotoreporter internazionali, temi, momenti e eventi salienti dell’anno appena trascorso, una raccolta che spinge il visitatore a interrogarsi sulla società contemporanea e sulle condizioni attuali del nostro pianeta.

Costo: 6.00€ a partecipante

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso - gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Valle d’Aosta

Scegli opzioni

Domenica 25 settembre ore 16.30

Flavio Favelli. I maestri serie oro

Grazie al sostegno del Ministero della Cultura e della Fondazione Ferrero Onlus nasce il progetto dell’artista Flavio Favelli I Maestri Serie Oro, vincitore del Pac2020 - Piano per l’Arte Contemporanea e ospitato negli spazi della Wunderkammer della GAM di Torino.

La visita alla mostra permetterà di ripercorrere la storia della serie di fascicoli monografici “I maestri del colore”, edita dai Fratelli Fabbri Editori dal 1963 al 1967, attraverso una selezione di 278 copertine sulle quali l’artista è intervenuto in modo originale utilizzando le carte dorate dei cioccolatini Ferrero Rocher resi celebri dal famoso spot pubblicitario degli anni ‘80. Il percorso permetterà di concentrarsi sulle scelte estetiche dell’artista che, andando a coprire l’elemento che più attrae lo sguardo dello spettatore, crea un cortocircuito permettendo di focalizzare l’attenzione su dettagli che altrimenti risulterebbero offuscati e restituendo all’opera d’arte quel valore che nel tempo le abbiamo sottratto consumandola con lo sguardo.

Costo: 6.00€ a partecipante

Costi aggiuntivi: biglietto d'ingresso - gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Valle d’Aosta

Scegli opzioni

Attività per famiglie alla GAM

Domenica 18 settembre | Domenica 2 ottobre ore 15.00

Che bèeèello!

“Tutti i grandi sono stati piccoli, ma pochi se ne ricordano.” (Antoine de Saint-Exupéry)
Per riscoprire il bambino che ciascuno ha dentro di sé abbiamo posto a tutti una semplice domanda: ˂per favore, mi disegni una pecora? ˃.

Nasce così il progetto Che bèeèello! un’iniziativa di Imperfect Comunicazione s.r.l in collaborazione con il Dipartimento Educazione GAM.

Il percorso partirà dalla collezione del 900 della GAM dove insieme alle famiglie esploreremo diverse tecniche e movimenti artistici, dal figurativo all’arte astratta, dall’informale alle installazioni per trovare spunti originali che ci guidino nella creazione di un colorato, originale e fantasioso gregge di pecore.

Genitori e bambini avranno l’occasione di esprimere la loro creatività senza limiti né regole, utilizzando materiali e strumenti diversi, muovendosi all’interno della Educational Area della GAM che, per l’occasione, ospiterà nei suoi spazi l’esposizione delle pecore realizzate da illustratori, artisti e creativi finalizzata a un’asta benefica che avrà luogo il 4 dicembre 2022.

Costo: 7.00€ a partecipante

Costi aggiuntivi: adulti biglietto di ingresso ridotto; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Valle d’Aosta

Informazioni e prenotazioni: 0115211788 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Scegli opzioni

Workshop per adulti
Autunno in GAM

Questo ciclo trimestrale di appuntamenti permette di avvicinare il pubblico al museo, inteso come luogo di scambio, conoscenza e integrazione. L’arte diventa uno strumento di vicinanza, scambio intellettuale e emotivo, trasformando gli spazi museali in luoghi di incontro e condivisione di conoscenze diverse. Le opere scelte per le attività contengono il racconto di esperienze personali degli artisti che rimandano ad altri insegnamenti per un confronto intellettuale, emotivo e fisico. Tutti gli appuntamenti prevedono una presentazione delle opere a cura delle guide di Theatrum Sabaudiae, un approfondimento a cura dello specialista di altra disciplina e una attività pratica. Il disegno a inchiostro, la scultura di carta e la tessitura saranno i temi dei workshop autunnali.

Sabato 1 ottobre e Sabato 15 ottobre ore 14.30

La magia creativa del segno nero - Workshop con Raf Chigyi Ianzano

Raf Chigyo Ianzano apprende i primi rudimenti artistici dal padre pittore, si diploma presso il primo Liceo Artistico dell’Accademia Albertina di Torino e dal 1984 inizia ad esporre partecipando a mostre collettive e personali. Ianzano vive l’arte come attività spirituale che va oltre la bellezza per la condivisione di valori morali. Riceve insegnamento dal monaco zen Ezio Tenryu Zanin e diventa monaco zen presso il dojo Mokusho di Torino affiliato all’ABZE fondata dal maestro Roland Yuno Rech. Gli atelier di pittura Sumi-e (la pittura a inchiostro di china), che conduce da diversi anni, e la pratica dello zazen sono esperienza e condivisione del quotidiano. Ricerca, inchiostro, segni e silenzi si mescolano nello spazio – tempo della mente e sono emozioni.

Gli incontri con l'artista e monaco zen Raf Chigyo Ianzano saranno occasione per incontrare artisti dell'arte informale dove il segno diventa espressione di energia, movimento ma anche gesto controllato e introspezione, materia, spazio, vuoto in similitudine con lo spirito orientale. 

La tecnica giapponese del Sumi-e (Sumi – inchiostro nero, E – pittura) è una delle forme d’arte in cui i soggetti sono dipinti con l’inchiostro nero in gradazioni variabili, inizialmente basata sull’apprendimento pratico a diretto contatto con il maestro. Tutti i partecipanti lavoreranno in una atmosfera di calma, silenzio e concentrazione naturale, compiendo un lavoro di paziente ripetizione e affinamento della sensibilità, al fine di approfondire il proprio segno espressivo e la fluidità del gesto come emanazione del corpo stesso.

Costo: 15.00€ a partecipante (comprensivo di biglietto d’ingresso gratuito al museo)

Posti limitati, prenotazione obbligatoria

Informazioni e prenotazioni: 0115211788 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Scegli opzioni

Sabato 5 novembre e Sabato 19 novembre ore 14.30

I portatori di luce - Workshop con Stefano Fiorina

“Da due anni produco maschere, abiti, piante e scenografie, creando l’immaginario fantastico de ‘I Portatori di Luce’. Tutte le opere sono realizzate con materiali di riciclo, principalmente carta e plastica. È un viaggio alla ricerca di quelle realtà attive sul territorio. Grazie al loro supporto realizzo workshop in cui mostro le tecniche che ho sviluppato, giorno dopo giorno, per la produzione dei miei lavori. È così che insieme ai partecipanti creo laboratori, opere collettive e installazioni situation specific“

Stefano Fiorina ha frequentato il corso di Comunicazione Visiva presso l’Istituto Europeo di Design (IED) a Torino. Successivamente ha lavorato con diversi studi di fotografia tra Torino e Milano collaborando con Istituzioni Pubbliche e Private come la Fondazione Prada di Milano e il Museo di Scienze naturali di Torino. Oggi continua a lavorare nel campo della comunicazione visiva organizzando workshop ed eventi pubblici con il contributo di cooperative, Istituzioni Pubbliche e Private.

Il progetto “I Portatori di Luce” prende corpo tramite un reportage d’invenzione, che vuole essere la finestra su un mondo immaginifico abitato da personaggi e piante fantastiche. Un luogo che esiste nella mente del suo ideatore Stefano Fiorina e che, tappa dopo tappa, poggia su fondamenta fatte di rapporti umani e azioni concrete, è il diario di viaggio di un esploratore, un archivio di reperti archeologici, un’occasione di scoperta, interazione e scambio reciproco.

La visita alle collezioni della GAM incentrata prevalentemente sui diversi modi di raccontare luoghi, persone, emozioni e situazioni attraverso l’uso di colori, forme e materiali permetterà ai visitatori di avvicinarsi a linguaggi artistici differenti da rielaborare successivamente nelle sale dell’Educational Area con la realizzazione di sculture di carta autoportanti. Fulcro dell’attività sarà la creatività intesa come stile di pensiero che tiene in considerazione l’unità, la globalità e l’analisi della persona. Lo stimolo all’associazione tra idee, concetti e fatti darà origine a invenzioni e scoperte con risultati tanto originali quanto efficaci lavorando sulle potenzialità e non sulle difficoltà, motivando costantemente il soggetto partendo da capacità già presenti.

Così come la collezione della GAM rappresenta un insieme di artisti e opere differenti che dialogano tra loro, nello stesso modo al termine dell’attività si realizzerà un lavoro collettivo che racchiude l’impegno di tutti i partecipanti mediante l’organizzazione di uno shooting fotografico ad opera dell’artista stesso.

Costo: 15.00€ a partecipante (comprensivo di biglietto d’ingresso gratuito al museo)

Posti limitati, prenotazione obbligatoria

Informazioni e prenotazioni: 0115211788 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Scegli opzioni

Sabato 3 dicembre e Sabato 17 dicembre ore 14.30

Intrecci materici - Workshop con Noemi Di Nucci

Noemi Di Nucci, textile artist e designer si occupa di tessitura di arazzi su telaio verticale e orizzontale (usando materiali convenzionali e non), tappeti, installazioni mixed media e scenografie teatrali: ha realizzato le installazioni per l’Estate Romana, per il Comune di Roma e per il Comune di Firenze nell’ex manicomio San Salvi.  I suoi progetti sono caratterizzati dall’ unione tra tecniche tradizionali manuali, studio del segno, della forma e del colore, grande attenzione e interesse per l’uso e il senso dei materiali e influenze stilistiche contemporanee. Scrive e organizza workshop basati sulla percezione visiva e sull’ arte tessile.

Gli incontri con Noemi Di Nucci saranno incentrati sui lavori di due artisti presenti nella collezione del 900 della GAM: Alberto Burri e Salvatore Scarpitta.

Le opere di Alberto Burri permetteranno un viaggio nella sua poetica, analizzando il particolare uso dei materiali da quelli più tradizionali della pittura ai suoi celebri sacchi, dove la materialità delle logore pezze di juta non viene velata con gli strati del colore ma invece evidenziata, mettendo l’accento sulla sua semplice bellezza. Gli strappi e le cuciture sembrano sempre più ferite, quasi carnalmente rimarginate, la materia subisce strappi e sfibramenti. Le suggestioni create durante la visita in museo si materializzeranno negli spazi dell’Educational Area in lavori di composizione e sottrazione di materia usando pezzi di sacchi di tela, stracci, pezzi di plastica di vario tipo, vernici. I partecipanti sceglieranno autonomamente come assemblare i vari materiali, sovrapponendoli, e successivamente saranno guidati dall’artista Noemi di Nucci in un lavoro di sottrazione con l’uso di taglierini, lime e carte.

Salvatore Scarpitta matura nella seconda metà degli anni ’50 l’unione tra natura pittorica e scultorea. Il telaio diventa una struttura sulla quale tendere bende di tela intrecciate e sovrapposte, a comporre un tessuto che si innerva di colori che assumono la corporeità delle pieghe e l’energia del tessuto tirato. La sua ricerca ispirerà il lavoro durante la fase pratica del workshop: sacchi di tela, stracci, plastiche, vernici, guarnizioni diventeranno originali filati da utilizzare per sperimentare e comporre personali tessiture, un lavoro di composizione e rielaborazione apprendendo gli intrecci base della tessitura tradizionale su telaio utilizzando materiali inusuali.

Costo: 15.00€ a partecipante (comprensivo di biglietto d’ingresso gratuito al museo)

Posti limitati, prenotazione obbligatoria

Informazioni e prenotazioni: 0115211788 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Scegli opzioni

Compleanni in museo KIDS

Le attività al MAO - GAM - Palazzo Madama per trascorrere in compagnia dell'arte e di amici il proprio compleanno.


Le nostre attività didattiche per le scuole in questo museo

Alla base delle nostre proposte la voglia di sperimentare linguaggi, contenuti e materiali sempre diversi.
I nostri Servizi Educativi sono presenti in diversi musei del territorio con proposte didattiche volte a valorizzare il patrimonio museale permettendo agli alunni, dai più piccoli ai più grandi, di apprendere e scoprire concetti, soggetti e opere d’arte in maniera coinvolgente mantenendone viva l’esperienza nel tempo

Via S.Domenico, 28 - 10122 Torino - P.IVA 07737380019 - Privacy Policy - Cookie Policy+39 011.5211788 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Credits Mediafactory Web Agency Torino